Aforismi sulla moda

Aforismi sulla moda


L'artista è un'eccezione: il suo ozio è un lavoro, e il suo lavoro un riposo: è sia elegante che trascurato; indossa, per scelta, la blusa da contadino e impone il frac indossato dall'uomo alla moda; non subisce le leggi: le detta
Honoré de BalzacTrattato della vita elegante, 1830


Moda
. Despota che il saggio mette alla berlina, sottoponendosi tuttavia ai suoi dettami.
Ambrose BierceDizionario del diavolo, 1911


La Moda è l'orrore del passato prossimo.
Anselmo BucciIl pittore volante, 1930


La moda è quella cosa che interrompe il consueto per crearne un altro.
Pino CarusoHo dei pensieri che non condivido, 2009


Il variare delle mode è la tassa che l'industria del povero impone alla vanità del ricco.
Nicolas de ChamfortMassime e pensieri, 1795 (postumo)


Le donne sciocche seguono la moda, le pretenziose l'esagerano; ma le donne di buon gusto vengono a patti con essa.
Émilie du ChâteletDiscorso sulla felicità, 1779


Aspettavamo la fine dell'arte è venuta la fine della moda.
Ennio FlaianoFrasario essenziale per passare inosservati in società, 1969 (postumo, 1986)


Il più grande alleato della moda è il conformismo.
Roberto Gervaso, Il grillo parlante, 1983

Aforismi Dolce & Gabbana

Aforismi Dolce & Gabbana


Dolce & Gabbana
Stefano Gabbana
Ceggia 14 novembre 1962
Domenico Dolce
Polizzi Generosa 13 agosto 1958
Stilisti italiani

  • Io sono per la monarchia. Vorrei avere il re e la regina in Italia. Saremmo più internazionali, meno provinciali, avremmo gossip di alto livello.
  • Sarebbe bello che a scuola insegnassero che la diversità sessuale non è un peccato: nel giro di tre generazioni il problema dell'omosessualità potrebbe sparire.
  • Ho conosciuto Valentino 8 anni fa, a Roma, e l'ho rivisto in vacanza, qualche volta. Mi piacerebbe lavorare con lui, certo. Non so se a lui piacerebbe lavorare con noi. Per me sarebbe come prendere ripetizione di taglio. lui è l'unico grande sarto rimasto. 
  • Il talento di un designer sta nel fatto di disegnare abiti che vengano capiti.
  • Nella vita reale sono poche le persone che si vestono con il total look, la maggior parte invece mischia brand diversi e stili differenti.
  • In atelier, a contatto con il designer, impari tutto quello che non devi fare, mentre quello che senti di voler fare lo impari, ma viene direttamente dal cuore.
  • Tutti sperano di arrivare velocemente, però, da uomini maturi, possiamo dire che è la cosa peggiore. L'impiegare più tempo ti permette di guadagnare l'esperienza necessaria per arrivare al tuo obiettivo. 

Aforismi Jean Paul Gaultier

Aforismi Jean Paul Gaultier


Jean Paul Gaultier
Arcueil 24 aprile 1952
Stilista francese

  • Per tanto tempo ho pensato che le esposizioni sulla moda fossero molto belle, ma per lo più riservate a grandi creatori scomparsi.
  • Emetto onde negative per i registratori. Mia nonna era magnetizzatrice e, come lei, anch'io a volte ho un effetto perturbante sulle onde elettromagnetiche.
  • Credo che ci sia sempre qualcosa da reinventare. Intorno a me ci sono fonti di ispirazione continua, e io cerco di restare lucido per cogliere quello che c'è di più interessante.
  • Non so se sono veramente in sintonia con la strada, ma lo sono davvero con le stelle?
  • Io cerco di portare la realtà delle banlieue parigine dove sono nato.
  • Non esiste "una" bellezza, ma "delle" bellezze. Tutto può essere bello, dipende dall'angolazione da cui viene osservato. Basta guardare, aprire gli occhi e abbandonare preconcetti e codici precisi. 


Aforismi Christian Dior

Aforismi Christian Dior


Christian Dior
Granville 21 gennaio 1905 - Montecatini Terme 24 ottobre 1957
Stilista francese

  • Quando la donna veste bene probabilmente sa che l'uomo la considera attraente come se non indossasse niente.
  • Il segreto della bellezza consiste nell'essere interessante; nessun tipo di bellezza può essere attraente senza essere interessante.
  • L'autentica eleganza è quella che passa inosservata in metropolitana e, invece, provoca entusiasmo in Maxim's.

Aforismi Dita Von Teese

Aforismi Dita Von Teese


Dita Von Teese
Pseudonimo di Heather Renée Sweet
Rochester 28 settembre 1972
Modella statunitense

  • Non ho mai avuto l'ossessione di sembrare giovane a tutti i costi. Le donne che ammiro e che mi hanno ispirato nel mio lavoro erano famose per la loro eleganza, indipendentemente dalla loro età.
  • Voglio dimostrare che lo spogliarello non è una cosa sporca. Alcune persone dicono che quello che faccio non è sinonimo di liberazione sessuale. Io sostengo invece che è davvero liberatorio guadagnare 20 mila dollari per dieci minuti di lavoro.
  • Lo stile non ha niente a che fare con la moda. Non bisogna cercare di seguire la moda di stagione. A volte la gente pensa che un look naturale sia per forza più sbrigativo, ma non è così.


Aforismi Donatella Versace

Aforismi Donatella Versace


Donatella Versace
Reggio Calabria 2 maggio 1955
Stilista italiana

  • La spinta creativa, comunque si esprima, equivale alla ricerca del nuovo ed è perciò un indice di gioventù mentale.
  • Gli ambiti in cui io vedo esprimersi meglio novità, fantasia, ricerca sono quello musicale e quello del design di moda
  • All’inizio mi sono divertita. E tanto. Ma la cocaina ti racconta una bugia al secondo. Tu pensi di poterla controllare, ma è lei che controlla te.
  • Le ragazze e i ragazzi hanno una grande voglia di vestirsi, si impegnano nella ricerca di un loro stile personale che non prescinde però dai suggerimenti della moda. Hanno adottato quello che chiamo uno stile individualista, che significa che ciascuno prende dalle proposte di ogni stilista ciò che più gli aggrada, mescolando il tutto. Con una buona dose di creatività individuale. Questa creatività contraddistingue i giovani di ogni età.
  • In passato i ragazzi vestivano copiando i loro padri. Poi c' è stata la ribellione dei primi anni Settanta, hanno cominciato a vestirsi in modo autonomo, ma hanno adottato le divise, che servivano a inviare messaggi politici. C' erano leader carismatici, persone che davano la linea politica ma anche lo stile di vita e di conseguenza un certo tipo di abbigliamento. Era comunque un modo di vestire che implicava una ricerca, un' attenzione a quello che si indossava. In quel momento la moda era importante. Poi tutto questo è venuto a mancare.
  • Gianni non si drogava né beveva, andava a dormire presto. Una notte feci tardi con gli amici. Al mattino dovevo essere da Gianni, per la sfilata. Non mi svegliai e al pomeriggio trovai lui ancora ad aspettarmi e mi disse: "Non mi importa quello che fai ma devi sapere come e quando farlo". Poi non volle più affrontare l’argomento [della droga]. Dopo non avrei più potuto permettermi di arrivare tardi: Gianni non c’era più.
  • L'abito ha bisogno di un'anima, chi sfila fa vivere il vestito, che da solo non potrebbe portare il messaggio giusto.
  • Non pensiamo alla Borsa, però siamo organizzati come se fossimo una società quotata, con dati trasparenti e report a scadenze fisse. Così abbiamo i vantaggi dell'organizzazione interna come se fossimo al listino e la libertà di un'azienda di famiglia. Il meglio di tutte e due, una situazione ideale.
  • Va bene fare una collezione per omaggiare Versace, ma quando cominci ad omaggiare molto spesso la maison Versace .... Perché? Qual'è il punto?
  • Mi piace filtrare con la gente, sedurre gli uomini, sedurre le donne. Mi piace usare questa parte della femminilità che tutti abbiamo.
  • Posso rinunciare a tutto ma non ai tacchi alti.
  • Gli uomini intelligenti non si vergognano di tirar fuori la loro parte femminile. il mio amico Sting è uomo al cento per cento ma non si vergogna di esporre la sua parte femminile.
  • La moda è management, è strategia. Tutte cose che ho imparato di recente. Prima mi dedicavo di più alla creatività.
  • La crisi è una grossa opportunità: offre più stimoli alla creatività, ci si confronta di più, nascono più idee.
  • La donna supersofisticata, quella veramente chic, la trovi in America e in Inghilterra, non in Italia. In Italia trovi la donna borghese.
  • Una mania di Gianni era quella di voler fare vestiti per tutti, per la gente dello stadio.
  • Dire che i consumatori investono solo su cose che durino per anni mi sembra una banalizzazione: se così fosse chiuderemmo tutti! In realtà bisogna dare loro degli stimoli, delle emozioni forti.
  • A me piace rischiare nella vita. lo vedo come un lato molto istruttivo.
  • Credo che un brand sia famoso nel mondo perchè tutto il mondo lo ama .
  • Versus è l'anima rock di Versace, una linea giovane di rottura.
  • la moda, la musica e il cinema sono la pop culture del 2000, rompono i ruoli, vanno oltre.
  • La moda Versace è sempre stata un pò sexy. Però io non mando la modella in pedana con le tette di fuori. Non vuol dire niente, questo accadeva nel '68.
  • A mia figlia consiglio di lavorare e di essere indipendente. Ma fare solo la donna in carriera è un ruolo costrittivo come fare solo la casalinga.
  • Sono calabrese e le mie origini le ho ben radicate. Sono una mamma che si fa sentire. i miei figli hanno inculcato il senso del dovere.
  • C'è differenza fra come disegna un uomo e come disegna una donna. La donna, per l'uomo, è un disegno, uno schizzo sulla carta, una cosa irreale. Io invece conosco il corpo delle donne. Gianni pensava al vestito, non pensava alle gambe, alla vita, ai difetti.


Aforismi Gianni Versace

Aforismi Gianni Versace


Gianni Versace
Reggio Calabria 2 dicembre 1946 - Miami Beach 15 luglio 1997
Stilista italiano

  • Mi piaciono i contrasti. La vita odierna è piena di contrasti.
  • Nel passato le persone nascevano nobili. Oggigiorno la nobiltà deriva dalle proprie azioni.
  • Il mio desiderio è quello di dare scelta alle donne per far sì che esca la loro individualità, per provare a realizzare ciò che vogliono. E io penso che le donne vogliano sentirsi belle.
  • Devo dire che mi piaccio: sto bene dentro il mio sesso e dentro la mia testa
  • Reggio è il regno dove è cominciata la favola della mia vita: la sartoria di mia madre, la boutique d'Alta Moda. Il luogo dove, da piccolo, comincia ad apprezzare l'Iliade, L'Odissea, L'Eneide, dove ho cominciato a respirare l'arte della Magna Grecia.

Aforismi Valentino

Aforismi Valentino


Valentino
nome completo Valentino Clemente Ludovico Garavani
Voghera 11 maggio 1932
Stilista Italiano

  • L'eleganza è l'equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa.
  • Si è realizzato il mio sogno di sempre. Mi sono sempre detto che quando avrei smesso di disegnare capi per l'Alta Moda avrei voluto disegnare costumi per il balletto. Sono un grande appassionato e quando ho ricevuto l'offerta dall'Opera di Vienna ho avuto una sensazione straordinaria.
  • Oggi non è più tempo propizio per creare abiti d'Alta Moda. Ci sono molti talenti, ma la situazione mondiale è critica e non ci sono più le cifre necessarie a creare quelle collezioni.
  • Rimpiango quando non c'erano limiti a opulenza ed eleganza. Ma forse me ne sono andato in tempo, perché ora non potrei fare più quello che facevo.

Aforismi Candice Swanepoel

Aforismi Candice Swanepoel


Candice Swanepoel
Mooi River 20 ottobre 1988
Modella sudafricana

  • Ho sempre voluto essere una modella, quindi non sono sicura di cosa avrei fatto se non avesse funzionato.
  • Naturalmente non ci si può sentire sexy e belle ogni giorno. Ma facciamo del nostro meglio.
  • I fattori genetici sono l'inizio della bellezza. Tuttavia devo andare in palestra, curare la mia pelle e bere molta acqua. Fa parte del mio lavoro prendermi cura di me e del mio corpo. Anche la felicità gioca un ruolo importante per l'aspetto.
  • Sono cresciuta in una fattoria in Sudafrica, mi hanno scoperto lì e mi hanno mandato in Europa. E' stata una specie di benedizione perché poi è successo tutto così in fretta.


Aforismi Natasha Stefanenko

Aforismi Natasha Stefanenko


Natasha Stefanenko
Sverdlovsk 18 aprile 1971
Modella, attrice e conduttrice televisiva italiana di origine russa

  • Quando avevo paura pensavo: in fondo là fuori c'è mica la Piazza Rossa .... sono in Italia e qui non mi conoscono